Psicologo Psicoterapeuta

Questa pagina è dedicata allo studio della comunicazione umana, dei sistemi sociali e dell'interculturalità. Essa intende creare una rete di scambi fra operatori sociali, psicologi, docenti, esperti e persone interessate all’argomento.

Cosa uno psicoterapeuta interculturale

Non siamo solo Psicoterapeuti: Siamo Psicologi, Mediatori, Criminologi. Abbiamo scelto di mettere a vostra disposizione le competenze con un approccio multi-professionale e multi-culturale; grazie alla collaborazione in ambito psicologico, criminologico, interculturale con volontari, enti, istituzioni e professionisti.

Ma cosa è la psicologia interculturale? Ci troviamo sempre più spesso in contatto con popolazioni differenti, provenienti da tutto il mondo; e l'integrazione di queste differenti etnie è un problema attuale con l'aumento delle immigrazioni.

Quali sono le 2 problematiche principali della psicologia interculturale sono il rischio di sovrastimare il ruolo della cultura o di sottostimarlo. Il problema del sottostimare è legato all'etnocentrismo, ovvero le persone pensano che esista un solo modo di essere, e il modo giusto è il loro e che tutte le differenze tra le etnie è dovuta ad una differenza di sviluppo ed evoluzione.

La sovrastimazione della cultura è altrettanto un problema. Il quale presuppone una omogeneità all'interno della stessa cultura, cosa assolutamente non vera perchè all'interno di una stessa etnia e cultura ci sono varie sottoculture es. classi socioeconomiche, classi d'età, classi professionali, modalità di pensiero, religioni, è molto eterogenea ogni cultura in realtà.

Per questo relativismo culturale non ha molto senso di esistere. Si finisce quindi ad attribuire tutte le caratteristiche (spesso negative) dell'individuo alla merà individuazione della sua etnia di appartenenza, mentre sappiamo o meglio dovremmo sapere almeno, che l'individuo è si il frutto della propria società etnia e cultura ma anche influenzato da altri fattori ad esempio biologici, genetici, ma anche altro. La complessità dell'individuo non può essere ridotta ad un solo fattore quindi.

Un gruppo sociale e di persone rappresenta quindi non solo caratteristiche del singolo individuo ma sono condiviso in un gruppo.

L'idea di cultura è quindi dinamica ed instabile, in quanto è si ereditata e trasmessa di generazione in generazione ma essa viene ogni volta ripresa e rivista.

Eterogeneità: all'interno della stessa cultura esistono sottoculture;

Permeabilità: nel senso che ogni cultura non vive più completamente isolata dal resto del mondo ma esiste quindi uno scambio con altre culture;

Rimescolamento tra razze ed etnie: dovuto all'aumento dei contatti tra culture differenti;

Allo psicologo interculturale tutto questo panorama molto vario, interessa valutare la cultura sul funzionamento sia normale che psicopatologico senza sovrastimare o sottostimare il ruolo della cultura.